12/10/18

FLORITERAPIA: curare il corpo risanando le emozioni.

L’essere umano tende a esternare emozioni e stati d’animo, non solo tramite parole, ma anche attraverso postura e gestualità. Manifestiamo paura e rigidità adottando una postura rigida ed eretta mentre se ci sentiamo sottomessi dal peso del mondo, tendiamo ad adottare una posa compressa e ricurva su sé stessa.

Il nostro corpo, quindi, è il riflesso di ciò che siamo e parla per noi: mascelle serrate, pugni stretti, occhi opachi per l’angoscia, ventri sporgenti o troppo tesi, corpi flessibili e felini, o dissimulati e nascosti sotto gli abiti; tutto, nel nostro modo di esporci agli altri o di comportarci all’interno dell’ambiente che ci circonda, fa capo a ciò che ci portiamo dentro.

Il vero terapeuta ha una visione globale, non si sofferma alla superfice. Egli è consapevole che i comportamenti manifesti di ogni persona sono solamente la punta dell’iceberg e che dietro di essi esiste un mondo pieno di sfumature, motivazioni e reazioni causa-effetto.

La visione olistica, basata proprio sulla concezione del tutto, risponde perfettamente a questo tipo d’esigenza. L’uomo non è un insieme sconnesso di pezzi, anzi, secondo il pensiero olistico, corpo, mente e spirito sono, tra di esse, parti inscindibili. Questo tipo di approccio permette quindi al terapeuta di intervenire, non direttamente sul sintomo, considerato solo un campanello d’allarme, ma sullo squilibrio emozionale che ha causato il malessere.

La floriterapia, tecnica ideata dal medico Edward Bach, risponde a questo requisito. Esaminando la parte psichica ed emozionale della persona e una volta individuata l’origine del malessere, il floriterapeuta, agisce sulla parte spirituale dell’essere umano riuscendo, tramite l’uso di fiori selvatici, a modificare la sintomatologia fisica del paziente e a ripristinare il suo equilibrio.

È importante specificare che la floriterapia non debella la malattia, piuttosto aiuta il paziente a combatterla e lo avvia verso un processo di guarigione.

Condividi
Dott.ssa Consiglia Altieri

Psicologa

Clinica e della Salute e Floriterapeuta, vicepresidente dell’Associazione Sarah, associazione di promozione sociale contro la violenza di genere

Privacy Policy Cookie Policy